S.Anselmo Knowledge Base

Una serie di utili documenti per conoscere meglio i mattoni faccia a vista e i prodotti in laterizio.

Seguici su twitter o su facebook per essere aggiornato sull'uscita di nuovi documenti tecnici come questo.

Documento KB010

CORNICIONI E MENSOLE

Cornicioni e mensole, corsi rientranti e sporgenti arricchiscono la tessitura del muro con variazioni cromatiche e chiaroscurali. Ma questi elementi possono anche svolgere alcune importantissime funzioni tecnologiche, come ad esempio i cornicioni che proteggono la muratura sottostante.

fig.1 fig.2

I mattoni vanno posizionati seguendo la tessitura della muratura sottostante. È necessario posare prima i mattoni interni e poi quelli a sbalzo per evitare che questi si ribaltino.

 
fig.3

Durante l'esecuzione si develasciare una leggera pendenza verso la parte internadella muratura: con l'aggiunta dei nuovi corsi, i mattoni già posati tenderanno aportarsi in piano per effettodei leggeri colpi di assestamento che si danno ai mattoni soprastanti.

fig.6

COSTRUZIONE DI UNA MENSOLA
È bene calcolare con attenzione la posizione della mensola prima di iniziare laposa del muro, in modo che i giunti verticali risultino ben allineati.

Ogni corso sporge per un quarto di unatesta rispetto al corso precedente.
Controllare l'allineamento dei giunti (orizzontali e verticali) e la regolare progressione dell'aggetto.

 

fig.7
 

Utilizzo di una squadra e di un listello

fig.8 fig.9

• Tenere la squadra appoggiata al muro per controllare ogni corso (il primo dal di sotto, gli altri solo lateralmente);
• usare un listello per allineare i mattoni sul filo esterno scalettato;
• ripetere l'operazione di allineamento dopo la posa di ciascun corso;
• controllare con il metro la distanza dal muro dell'ultimo corso realizzato, su entrambi i lati.


Utilizzo di una sagoma in legno

fig.10

Questo metodo è più pratico, soprattuttose si devono costruire numerose mensole. La sagoma va preparata a partire daun rettangolo di compensato largoquanto la sporgenza e alto almenoquanto la mensola.
In questo modo si otterrà un profilo preciso "in negativo" della mensola. La sagoma è pronta peressere usata, assieme allabolla, per controllare il profilodella mensola, man mano chela si realizza.

 

fig.11

COSTRUZIONE DI UNA MENSOLA LUNGA O DI UN CORNICIONE
Per ottenere una perfetta regolarità, si realizzano prima le dueestremità del cornicione, tendendo il filo tra i due spigoli inferiori in vista. Si procede poi a:
• realizzare le due estremità delprimo corso;
• installare il filo lungo il bordoinferiore in vista;
• completare il primo corso;
• riprendere dalle due estremità,con il secondo corso, riposizionando il filo, e così via.

 
fig.12

Il cornicione viene visto da sotto: durante l'esecuzione utilizzare il filo di riferimento lungo il bordo inferiore per assicurare un perfetto allineaamento.
Il filo, per evitare che spanci, va tesocon forza, e non deve mai essere fissatoai mattoni appena posati, poiché li tirerebbe fuori squadra, ma va ancorato piùin basso, dove la malta abbia già fattopresa.

 

fig.13 fig.14

COSTRUZIONE DI UNA MENSOLA A GOCCIA
• Provare a secco il primo mattone sporgente e iniziare da questo la posa delfilare;
• provare a secco i due mattoni sporgenti del secondo filare;
• iniziare la posa del secondo filare apartire dal mattone posteriore ai duemattoni sporgenti, che fa loro da contrappeso;
• ripetere gli stessi passi anche per ilterzo e quarto filare, iniziando sempredai mattoni posteriori di contrappeso;
• i due mattoni anteriori del quarto filare, essendo completamente a sbalzo, devono essere sostenuti con un supporto in legno finché non saranno stati bloccati dal peso dei corsi successivi.

Se si usano mattoni forati nel muro principale, è necessario controllare, prima di iniziare il lavoro, che siano stati ordinati dei pezzi pieni di foggia analoga in modo che non si vedano i fori dal basso.

fig.15 fig.16

MENSOLE E CORNICIONI CON MURATURE MULTISTRATO
Cornicioni molto sporgenti devono essere adeguatamente ancorati alla muratura.
Quando il rivestimento esterno in mattoni è distinto dalla struttura portante, mensole e cornicioni hanno una funzione solo decorativa e devono essere fissati alla struttura portante mediante graffe metalliche.

S.Anselmo, vivere la differenza
Fornace S.Anselmo S.p.A.
via Tolomei, 61
35010 Loreggia (PD)
P.IVA: IT02365150289
R.I.I.: Padova
Capitale sociale: 904.000,00 €
Tel.: +39 049 9304711
Fax: +39 049 8251217
e-mail: com@santanselmo.it