S.Anselmo Knowledge Base

Una serie di utili documenti per conoscere meglio i mattoni faccia a vista e i prodotti in laterizio.

Seguici su twitter o su facebook per essere aggiornato sull'uscita di nuovi documenti tecnici come questo.

Documento KB017

MURATURA SOSPESA

Se il peso della muratura non può essere scaricato a terra, oppure se la muratura faccia a vista è un esile rivestimento di un edificio alto, o ancora se occorre creare dei giunti di dilatazione orizzontali, si ricorre spesso a sistemi metallici di sostegno della muratura. Questi sistemi di supporto, al pari delle staffe, possono essere a loro volta fissati alla struttura portante dell'edificio, sia con l'uso di tasselli che mediante binari orizzontali o verticali.

Generalmente, i supporti metallici vengono posizionati in corrispondenza delle solette, ad ogni piano oppure ogni due piani.

 

GIUNTI DI DILATAZIONE ORIZZONTALI
Se la parete in mattoni a una testa supera i 10-15 m di altezza, è opportuno predisporre dei giunti orizzontali dello spessore di almeno 1 mm per ogni metro di altezza della muratura. Per nascondere il giunto conviene sagomare il corso di mattoni che poggia sulla mensola.

LA MENSOLA CHE SUPPORTALA MURATURA IN OGGETTO

TIPI DI SUPPORTO
Poiché la vita media di un edificio è di almeno 50 anni, e tenuto conto che la manutenzione dei sistemi di supporto è impossibile, essendo essi collocati all'interno della muratura, è necessario impiegare esclusivamente materiali che diano un'assoluta garanzia di durata nel tempo. Sebbene sia possibile adoperare il ferro zincato, è di gran lunga preferibile l'uso dell'acciaio austenitico inossidabile. Se il sistema di supporto è composto da parti costruite con acciai con potenziali elettrochimici molto diversi, è indispensabile evitare che i vari tipi di acciaio entrino in contatto fra di loro (per esempio, utilizzando appositi mastici o vernici), in quanto in presenza di umidità si potrebbero innescare pericolosi fenomeni di corrosione galvanica.

Mensola continua fissata alla struttura mediante binari annegati nel getto.

Mensola continua ancorata alla struttura mediante staffe, fissate a loro volta a binari annegati nel getto.

Se la mensola continua è fissata alla struttura mediante tasselli, la regolazione in profondità deve essere effettuata mediante speciali piastrine a forma di "U". Le staffe, a loro volta, sono munite di fori asolati per la regolazione in altezza.

 

E' un grave errore regolare la posizione in profondità della mensola mediante una semplice rondella: la mensola, caricata, si può flettere, causando il crollo della muratura soprastante.

Mensole singole, regolabili in altezza, fissate ad un binario annegato nel getto.

Mensole singole con apposite staffe a "U", da inserire nei giunti verticali, per la realizzazione di archi e architravi non portanti. I mattoni, appositamente forati, vengono infilati sulla barra orizzontale di armatura.

S.Anselmo, vivere la differenza
Fornace S.Anselmo S.p.A.
via Tolomei, 61
35010 Loreggia (PD)
P.IVA: IT02365150289
R.I.I.: Padova
Capitale sociale: 904.000,00 €
Tel.: +39 049 9304711
Fax: +39 049 8251217
e-mail: com@santanselmo.it