S.Anselmo Knowledge Base

Una serie di utili documenti per conoscere meglio i mattoni faccia a vista e i prodotti in laterizio.

Seguici su twitter o su facebook per essere aggiornato sull'uscita di nuovi documenti tecnici come questo.

Documento KB029

Patologie e difetti delle murature faccia a vista: IRREGOLARITÀ FORMALI

Con il laterizio faccia a vista è indispensabile coordinare le misure di progetto con il modulo del mattone, specialmente per le porzioni piccole di muro (ad esempio tra due serramenti, oppure tra il voltino e il marcapiano). Regolando la larghezza dei giunti, si può ottenere un leggero discostamento dalla misura "ideale".

GIUNTI VERTICALI

Nelle murature in laterizio faccia a vista di uso più frequente, hanno prevalenza visiva i giunti orizzontali, continui, rispetto a quelli verticali, interrotti e sfalsati. Questo non significa che sia ammissibile un muro in cui i giunti verticali non siano allineati, ma ondeggino liberamente. Il progetto dovrà prevedere un coordinamento in pianta delle dimensioni (soprattutto delle bucature) anche di livelli diversi della costruzione.

Il mattone unificato misura 5,5 x 12 x 25 cm (dimensioni nominali), ma ogni regione ha le sue specifiche tradizioni: occorre verificare preventivamente che il formato desiderato sia disponibile.

 

Usando mattoni unificati, posati congiunti di 1 cm, si ha il coordinamento dimensionale nelle tre direzioni:
- mattoni di coltello (5,5+1) x 4 = 26 cm
- mattoni di testa (12+1) x 2 = 26 cm
- mattoni di lista 25 + 1 = 26 cm.

I giunti non dovrebbero allargarsi o restringersi di più di 2 mm; le tolleranze di cantiere per il posizionamento di bucature e spigoli sono pertanto di circa1 cm/m. Se il progetto non ha previsto che le bucature e gli spigoli siano posti secondo un modulo di 1/2 mattone (13 cm), si renderà necessario scegliere il male minore fra la modifica dei giunti, oltre le tolleranze consigliate, e un deturpante taglio di mattoni.

IRREGOLARITÀ DI ARCHI E ARCHITRAVI

Archi e finestre circolari si inseriscono in una tessitura regolare per sottolineare ed evidenziare un punto particolare dell'edificio. Se la muratura non è portante, la posizione e la dimensione di questi particolari sono totalmente libere. Per evitare di dover raccordare goffamente queste figure curve al cadenzato ritmo orizzontale/verticale del muro, il progetto deve prevedere che le quote di imposta degli archi, così come i raggi esterni di archi e finestre circolari, siano modulari con il passo del mattone. Se l'arco, o la finestra circolare, deve essere realizzato con dei normali mattoni prismatici, occorre inoltre che il filo interno della curva abbia uno sviluppo che sia multiplo del passo del mattone (6,5 cm). Anche in questo caso, le tolleranze non potranno, pena una realizzazione poco piacevole a vedersi, superare ±2 mm per giunto, e cioè ±32 mm per metro di circonferenza.

S.Anselmo, vivere la differenza
Fornace S.Anselmo S.p.A.
via Tolomei, 61
35010 Loreggia (PD)
P.IVA: IT02365150289
R.I.I.: Padova
Capitale sociale: 904.000,00 €
Tel.: +39 049 9304711
Fax: +39 049 8251217
e-mail: com@santanselmo.it